Innumerevoli sono le chiese di Roma

Parafrasando Umberto Eco si potrebbe dire che innumerevoli sono le chiese di Roma. Dall’editto di Milano, con cui nel 310 Costantino sancì la libertà di culto per i cristiani, al XX secolo, le chiese si sono moltiplicate: basiliche romane trasformate, chiese degli ordini monastici o dei vari gruppi nazionali, cappelle dei palazzi nobiliari, la città è costellata di luoghi di culto. A volte su una stessa piazza ne sorgono addirittura tre. L’esempio più noto è sicuramente quello di piazza del Popolo, in cui le tre chiese sono per di più tutte intitolate a Maria: Santa Maria del Popolo, Santa Maria in Montesanto, Santa Maria dei Miracoli.

Mi soffermerò invece su piazza Santa Caterina della Rota, uno slargo che si inserisce in via Monserrato, su cui troviamo appunto tre chiese. Quella che si affaccia su via Monserrato è un esempio di chiesa nazionale. È una chiesa medievale intitolata prima alla SS Trinità e, successivamente, a San Tommaso di Canterbury. Facile capire che si tratta di un’iniziativa dei cattolici inglesi che, in occasione della loro venuta a Roma per il Giubileo del 1350, decisero di fondare un ospizio che accogliesse i loro connazionali. È interessante notare che l’ospizio fu retto, intorno al 1540, dal cardinal Reginald Pole, uno dei prelati che nel corso del Concilio di Trento cercarono il dialogo con i luterani propugnando una riforma della chiesa cattolica. Pole fu molto influenzato da Erasmo da Rotterdam, con cui ebbe una lunga relazione epistolare. Purtroppo non solo le sue idee non furono accolte, ma fu addirittura accusato d’eresia da Paolo IV. Per sua fortuna morì prima che il processo si concludesse.

Proprio di fronte a San Tommaso, sorge l’antica chiesa di Santa Caterina della Rota, il cui nome deriva da un equivoco linguistico. Nel XII secolo la chiesa era detta Santa Maria in Catenariis. Si pensa che le “catene” fossero quelle che gli schiavi liberati appendevano come ex voto all’altare della Madonna. Da catenariis a Caterina il passo fu breve ed ecco che la chiesa si trovò improvvisamente intitolata alla santa di Alessandria che, come è noto, avrebbe dovuto subire il martirio della ruota. In realtà la santa venne decapitata, visto che i denti della ruota si ruppero prima di straziarle le carni. Ma il vero gioiello ce lo riserva la terza chiesa, San Girolamo della Carità, sul luogo della casa dove, secondo la tradizione, avrebbe soggiornato san Girolamo. L’attributo della Carità deriva dalla presenza di un ospedale e di un ricovero per i mendicanti. Nella chiesa era conservato il capolavoro di Domenichino La comunione di san Girolamo, dal 1797 alla Pinacoteca Vaticana è ora sostituita da una copia. Per scoprire il gioiello di cui parlavo, bisogna osservare con attenzione la cappella Spada, l’ultima a sinistra, entrando dalla porta di piazza Santa Caterina della Rota. È un piccolo capolavoro di Borromini che ne ha amorevolmente curato ogni dettaglio: dai marmi policromi nei toni gialli e bruni, ai ritratti dei membri della famiglia Spada appesi alle pareti, come se fossero quadri, con dei cordoni intagliati naturalisticamente nel marmo. Infine occorre osservare la balaustra che sembra impedire l’accesso all’altare: un tessuto drappeggiato di diaspro sostenuto da due angeli. Naturalmente l’angelo di destra ruota su un perno abilmente nascosto nella struttura. Oltre alla creatività e all’indipendenza stilistica, la cappella Spada dimostra anche lo straordinario talento artigianale di Borromini, che si era formato come scalpellino sulle guglie del Duomo di Milano. 

One thought on “Innumerevoli sono le chiese di Roma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: